ALTRA informazione - i fontanari torremaggioresi

Vai ai contenuti

Menu principale:

ALTRA informazione


ALTRA informazione

Sono nato nel XX° secolo ed oggi sto vivendo nel XXI°.
Il XX° secolo è stato caratterizzato da avvenimenti importanti per la storia dell'umanità. La rivoluzione russa..la grande depressione del 1929 in America..due guerre mondiali..la rivoluzione cinese..la terza rivoluzione industriale arrivata alla globalizzazione.

L'avvenimento che ha avuto lo sviluppo più grande è stato quello dell'informazione....con l'invenzione della radio e della televisione le notizie hanno raggiunto milioni di persone. Sino a prima della loro invenzione le notizie erano patrimonio di piccole minoranze ( che le usavano per ottenere il potere sulle masse). Negli anni '90 sono nati i social che hanno rivoluzionato il modo di ricevere le informazioni..grazie ad essi non si era più soggetti passivi ma si poteva entrare in prima persona nel mondo dell'informazione e far conoscere il proprio pensiero. L'informazione "potente" (grandi circuiti politici - economici) è legata al potere e non a caso si dice che la storia la scrivono i vincitori.

Da sempre..però..c'è stata un' ALTRA informazione'..quella non legata ai potentati economici..quella che dava la parola ai settori proletari della società..quella che propagandava l'importanza di una rivoluzione sociale all'interno dei sistemi capitalistici. Io ho sempre amato questo tipo di informazione e una piccola parte di essa la metterò in questa pagina.

(Fulvio De Cesare)
_________________________________________________________________________________


_________________________________________________________________________________
Strategia della tensione in Italia
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La strategia della tensione in Italia è una teoria politica che indica generalmente un periodo storico molto tormentato della storia d'Italia, in particolare negli anni settanta del XX secolo, conosciuto come anni di piombo e che, mediante un disegno eversivo, tendeva alla destabilizzazione o al disfacimento degli equilibri precostituiti.

L'arco temporale si concentrerebbe in un periodo storico che andrebbe dalla strage di piazza Fontana (12 dicembre 1969) alla strage di Bologna (2 agosto 1980), sebbene alcuni studiosi retrodatino l'inizio di tale strategia alla strage di Portella della Ginestra (1º maggio 1947) o al Piano Solo (1964), il fallito colpo di Stato progettato dal generale dell'Arma dei Carabinieri Giovanni de Lorenzo.

In altre parole la strategia si basa su una serie preordinata di atti terroristici, volti a diffondere nella popolazione uno stato di tensione e di paura, tali da far giustificare o auspicare svolte politiche di stampo autoritario; può anche essere attuata sotto forma di tattica militare che consiste nel commettere attentati dinamitardi e attribuirne la paternità ad altri.

Questo periodo è stato caratterizzato dalla commistione di un terrorismo neofascista molto violento e da un mai chiarito terrorismo di Stato sostenuto da alcuni settori militari e politici che intendevano attuare un colpo di Stato in funzione anticomunista, specialmente dopo il movimento del Sessantotto e l'autunno caldo.

Tale terrorismo si espresse soprattutto in stragi rivolte senza movente contro cittadini comuni o contro gruppi di antifascisti e militanti di sinistra (al punto che molti di loro, parlando di "democrazia limitata", optarono per la scelta della lotta armata e del terrorismo, contrapponendosi allo Stato italiano).

___________________________________________________________________________


LA STRAGE DI STATO: LIBRO INCHIESTA CHE HA SVELATO LA STRATEGIA DELLA TENSIONE E LA POLITICA DEGLI OPPOSTI ESTREMISMI IN ITALIA






_______________________________________________________________________________________________________________________


TRE ARTICOLI SETTEMBRE 2018 DA....


_______________________________________________________________________________________________________________________









_______________________________________________________________________________________________________________________


MAO TSE TUNG e la rivoluzione cinese.

Nella storia politica italiana...che parte dagli anni '60...un ruolo non secondario l'hanno avuto i marxisti - leninisti attivi in varie organizzazioni che si rifacevano a quei principi. Nella vulgata "popolare" (creata ad arte dagli avversari politici) li si dipingeva come settari e organizzati come "sette segrete" che propagandavano ideali a senso unico. Ovviamente non era così e..alcune organizzazioni..pur essendo filo cinesi...nei loro documenti analizzavano criticamente non solo il revisionismo sovietico...dei paesi dell'est o dei partiti comunisti occidentali...ma anche quello che si stava sviluppando nella stessa Cina. Una di queste era l'Organizzazione comunista proletaria (marxista-leninista) "andare contro corrente " presente soprattutto a Torino.

Nell'opuscolo..che potete leggere in questa pagina..si analizza la situazione politica cinese dopo la morte di Mao Tse Tung e dove stava andando la Cina. L'opuscolo è stato pubblicato a Luglio del 1979 e se vediamo la situazione cinese di oggi non possiamo che constatare la giustezza della loro analisi. Purtroppo.





________________________________________________________________________________________________________



________________________________________________________________________________________________________

Nel campo dell'informazione 'ALTRA' in Italia..a partire dagli anni '60..c'é stato un importante sviluppo di ciclostilati..quaderni.. periodici..giornali..riviste..libri..radio libere e via dicendo. Un ruolo rilevante l'ha avuto il Periodico d'informazione 'CONTROinformazione'. I suoi numeri erano ricchi di articoli derivanti da approfondite analisi e riportavano anche i materiali delle varie realtà in lotta sia dalle fabbriche che dal sociale. Nel numero 20 del maggio 1981..che pubblico in questa pagina..ci sono argomenti superati ma altri estremamente attuali ancora oggi dopo 37 anni perchè le lotte tra chi sfrutta e chi è sfrutttato durano dai tempi del primo uomo che ha recintato un pezzo di terra ed ha detto che quella era terra sua e non della collettività.





___________________________________________________________________________________________________________________________________________
FIAT 1980.
Una data storica che ha significato per la classe operaia italiana un 'prima e un dopo ' conclusosi con  un grave fallimento per essa. In quell'anno ero a Torino.. lavoravo come operaio alla FIAT AVIO e quella lotta l'ho fatta tutta..tra l'ottobre e il novembre di quell'anno ci sono stati 35 giorni di lotta partiti come risposta alla volontà Fiat di licenziare 61 operai..poi passati da 24.000 a 13.000 e dopo l'accordo tra sindacati..azienda..e politici..i licenziamenti si sono tramutati in 23.000 cassaintegrati e questo ha portato..negli anni successivi..alla chiusura di molti stabilimenti industriali.

Nel Quaderno n.3 di CONTROinformazione:"FIAT 1980 dai presidi operai al corteo dei capi documenti interviste cronache" è riportato tutto il materiale e..soprattutto..l'inchiesta operaia che bene ha analizzato quali erano i piani del padronato nei confronti della classe operaia e con chi è riuscito a realizzarli.





_______________________________________________________________________________________________
Home Page | Introduzione di Fulvio | Presentazione di Severino | NOTIZIE Anagrafiche | OPERE torremaggioresi | English page | La CULTURA | Vignette e Articoli | ALTRA informazione | Ricordiamoci di Severino | Tornei calcio e calcietto | La Cantina | La Mostra | Il Museo della memoria contadina? | Il Borgo antico | I video nel sito | Viaggi...per i Fontanari | pagelle scolastiche | IMMAGINI | CURIOSITA' | Biblioteca comunale | Museo Civico | salute e territorio | Servizi giornalistici "speciali" 1983-2008 | Lo Scoutismo a Torremaggiore | opere in cd-rom | utilità | Poesie | ARCHIVIO FOTOGRAFICO | Riproduzioni fotografiche | L'Olivo Peranzana | Indice delle opere di Severino | le opere di Severino | Cronache di guerra e anni successivi | Assai toccata da così gran ruìna...1627 | I PERSONAGGI | LAVACCA e LAMEDICA | I MESTIERI | Cultura e Arte | Torremaggioresi Emeriti | Opere di Autori vari | La Squadra del Bar Sport..e altre Squadre | Torremaggiore Calcio | Lo Sport | COM'ERA nel.... COM'E 'nel.... | Ricordi, Usi, Costumi e Ricette | I Diari di Severino | Torremaggioresi nel mondo | museo e opere di Giacomo Negri | Le Tessere | Materiale De VITO | C'era una volta in arte, musica e spettacolo | Le Tesi su Torremaggiore | Reperti e Testim.ze Severino | Reperti e Testimonianze varie | I Reperti..ROTTAMATI | Libro sulle Masserie | Le MASSERIE | foto Fontanari tra due maggio2007-2008 | email al Sito | Positività torremaggiorese | comunicati USB | date da ricordare | Eventi cittadini | Il Pensiero Forte | Link consigliati | Libri consigliati | Musica consigliata | Villa CIACCIA: qualche cenno di Storia | Ricordi (musicali) fissati sulla carta | Partecipanti Corteo storico | La Villa comunale | Il Castello | Castel Fiorentino | DRAGONARA | Le Torri | Notizie storiche sull'Acquedotto pugliese | Santuario Fontana, Incoronazione Statua e Piazza,Ringhiera | Chiesa Madonna di Loreto e dell'Icona | Mappa generale del sito
Torna ai contenuti | Torna al menu